Arriva il freddo e con lui le bollette del riscaldamento: COME RISPARMIARE

In anticipo sulla tabella di marcia, sono arrivati i primi freddi.  La temperatura che sto leggendo in queste ultime tre mattine è pari a 1° ….. BRRRRRRRRRR!
E’ giunto il momento di accendere piano piano i caloriferi, ma prima vediamo insieme alcune regoline per risparmiare sul riscaldamento e avere bollette più leggere.

 

colori autunnali

L’autunno è arrivato e con lui anche i primi freddi

 

MANTENERE LA TEMPERATURA IDEALE TRA I 20° E I 22°:
secondo la legge bisognerebbe mantenere in casa una temperatura intorno ai 21°, ma spesso basta tenerla anche più bassa per stare bene.
Lo so, lo so…molti sono abituati a restare in maniche corte e infradito anche sotto Natale. Ma non ne vale la pena.
Pensate che ogni grado in meno può farvi risparmiare circa il 7% in meno.
Per non parlare dei danni alla salute che causano gli sbalzi troppo elevati.
Quindi mettete un maglione in più, qualche bel calzino di lana e una copertina di plaid per i più freddolosi: non è niente male. Se accompagniamo il tutto con una bella cioccolata calda poi…divino!

 

MANUTENZIONE:
conviene sempre fare la manutenzione sia in termini di sicurezza, che di risparmio energetico. Si sa, un impianto tenuto sempre sotto controllo e ben pulito, può far risparmiare belle cifre.
Per non parlare del DPR 74/2013 che prevede delle multe salate in caso di mancata manutenzione. Meglio prevenire che curare!
Ricordatevi inoltre di spurgare l’aria dei termosifoni in modo da averli sempre efficienti.

 

CRONOTERMOSTATI:
si tratta di dispositivi atti alla regolazione della temperatura in base agli orari scelti.
Permettono di risparmiare in quanto si può decidere di far funzionare il riscaldamento solo in determinati momenti, quando si è in casa ad esempio.
Spesso infatti nessuno è in casa per buona parte della giornata ma il riscaldamento continua a restare inutilmente acceso. Grazie alla tecnologia moderna è possibile controllare l’accensione e lo spegnimento del riscaldamento in remoto, tramite un sms da cellulare o via connessione internet.
In questo vi assicurerete un risparmio non da poco sulle bollette.

 

SPEGNERE IL RISCALDAMENTO DI NOTTE:
Tenere acceso il riscaldamento di notte è altamente sconsigliato. Dormire in un ambiente fresco è molto meglio anche in termini di salute.

 

PANNELLI TERMORIFLETTENTI:
servono per diminuire le dispersioni di calore e vanno posizionati direttamente dietro i termosifoni, spingendo il calore dei caloriferi verso l’interno della casa.
Questi pannelli termoriflettenti sono caratterizzati da una struttura in materiale isolante, atossico, ignifugo, resistente al calore.
In questo modo i caloriferi possono migliorare il proprio rendimento circa del 10% permettendo anche un bel risparmio.

 

IMPORTANTE SCHERMARE LE FINESTRE:
per impedire le fughe di calore, basta ricordarsi di utilizzare tende pesanti o di chiudere bene le tapparelle nelle ore notturne.

 

EVITARE DI POSIZIONARE OSTACOLI DAVANTI AI TERMOSIFONI:
rischiano infatti di generare sprechi e far disperdere il calore. Evitate i copritermosifoni o mobiletti vari davanti ad essi.

 

SFIATARE I TERMOSIFONI:
L’aria che si deposita al loro interno impedisce che l’acqua calda circoli a dovere, mantenendo i caloriferi parzialmente freddi anche con la caldaia accesa e funzionante.

 

RICORDARSI DI CHIUDERE LE FINESTRE:
se avete il riscaldamento in funzione, cercate di non dimenticare le finestre aperte…. per ovvi motivi 😛
Per cambiare l’aria in una stanza, bastano 10 minuti…preferibilmente al mattino. Eviterete in questo modo di raffreddare inutilmente gli ambienti e i consumi non schizzeranno alle stelle.
Ora capisco mia madre quando alzava la voce se dimenticavo qualche finestra aperta d’inverno!! 😛

 

CONTROLLARE L’ISOLAMENTO TERMICO DI FINESTRE E PARETI:
è un ottimo metodo per evitare il caro bolletta, riducendo i consumi di energia fino al 20%.

 

RINNOVARE L’IMPIANTO DI RISCALDAMENTO:
se il vostro impianto di riscaldamento ha più di 15 anni, sarebbe bene valutare di rinnovarlo passando ad esempio ad impianti a biomassa, pompe di calore o impianti integrati. Inoltre, adottando accorgimenti come questi, potrete usufruire anche dell’Ecobonus.

 

CHIUDI I TERMOSIFONI NELLE STANZE INUTILIZZATE:
è inutile scaldare stanze o ambienti che vengono vissuti quasi niente. Inoltre in questo modo concentrerete il flusso di riscaldamento verso gli ambienti più vissuti della casa, diminuendo il consumo di gas e facendo lavorare con meno sforzi la caldaia.

 

PANNELLI SOLARI: 
se ne avete la possibilità, pensate di installare pannelli solari. Le bollette caleranno incredibilmente.

 

STUFA A LEGNA:
se avete posto pensate di utilizzare la stufa a legna. Calore, atmosfera e grandissimo risparmio in bolletta. Potrete inoltre sfruttarla per cucinare senza ricorrere ai fornelli.

 

NO ALLE STUFETTE ELETTRICHE:
è vero, contribuiscono a scaldare in breve tempo l’ambiente. Ma sono le nemiche numero uno per i vostri risparmi in quanto consumano moltissima energia. Evitatele se potete!

 

 

Riscaldamento casa

riscaldare la propria casa in modo intelligente risparmiando in bolletta

Un saluto caloroso a tutti voi 🙂

Comments

comments

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: