BERE ACQUA PER RISPARMIARE CIRCA 500 EURO L’ANNO

Un piccolo gesto naturale e quotidiano come quello di bere acqua, può fare la differenza sul nostro bilancio familiare.

E’ fresca, buona, a portata di rubinetto o alle fontane delle nostre città e paesi, per non parlare di quella di montagna. Ineguagliabile!
Eppure continuiamo a spendere soldi in bevande in bottiglia, energy drink e alcolici, che oltre a non dissetarci sono prive di nutritivi utili al nostro fabbisogno, incidono sul nostro stato di salute e gravano sulle nostre spese.

Ora non sono qui a dire che non bisogna più bersi uno spritz con gli amici o una coca quando se ne ha voglia. Per carità !
Voglio solamente condividere una riflessione che trovo interessante in termini anche di risparmio economico.

Bere solo acqua infatti, può diventare un’abitudine totalmente gratuita. Se pensate che gli ultimi dati sulla spesa media mensile familiare dichiarano che ogni famiglia spenda più di 40 euro al mese per l’acquisto di bibite, ciò indica che la nostra spesa annuale per le sole bevande si aggira intorno ai 520 €.
Cifra che in realtà risulta essere ancora più alta, in quanto molti acquisti vengono fatti tramite distributori automatici (tali spese non sono calcolate nella spesa media mensile calcolata poco più sopra).
Soldi spesi pressoché inutilmente, se pensiamo che si tratta di qualcosa di cui non abbiamo realmente bisogno.

Se poi vogliamo inoltrarci anche in considerazioni che riguardano la nostra salute, ci rendiamo conto che bibite gassate, zuccherate, alcoliche (e chi più ne ha più ne metta) non sono proprio una manna. Pensiamo ad esempio cosa può costare (in termini economici e non) curare malattie come quelle cardiovascolari o come il diabete. Per non parlare di problematiche meno gravi ma comunque fastidiose come carie ai denti, diete, palestra, prodotti per il dimagrimento per mantenersi in linea (visto che tali bevande sono spesso ipercaloriche, basti pensare che una lattina di Cola contiene circa 34 grammi di zuccheri l’equivalente di una mezza dozzina di zollette o di una ventina di biscotti secchi). Ne vale davvero la pena?

Inoltre tali bevande possono creare “dipendenza”….e parla una che se non aveva in casa una lattina di Cola, si innervosiva e usciva apposta per comprarla. :-/
Oltrettutto non mi importava se mettevo su qualche kg o se non riuscivo a raggiungere il peso forma…non mi interessava se andavo in bagno solo una volta in settimana. Per me era tutto naturale.
Quando poi ci ho pensato su ed ho realizzato che reagivo in questo modo e che tutto questo non mi faceva bene, ho deciso di darci un taglio.
Ora capita che la beva ancora, ma moooolto raramente e devo dire che ne ho giovato!

Il mio consiglio è quello di provare a dire “stop”, provare a fermarsi un istante e domandarci come mai abbiamo questa abitudine di sprecare i nostri soldi in cose inutili come l’acquisto di decine di bevande differenti, che ci fanno impoverire ulteriormente sia di salute che di denaro, obbligandoci a spendere anche per “curare” tutto ciò che causa la loro assunzione.
Naturalmente la risposta a questo si annida nel lavaggio del cervello che ci viene fatto in ogni momento della giornata dalla società in cui siamo inseriti, dai media molto influenti, dalle potentissime case produttrici di tali bevande che sanno bene come indurci il desiderio di acquistare acquistare e ancora acquistare.

AcquaFONTE1

 

Resta il fatto che bere la buona, vecchia e semplice acqua è sempre la miglior cosa da fare e l’unica reale soluzione di cui ha realmente bisogno il nostro organismo per funzionare correttamente.

In uno dei prossimi articoli mi piacerebbe affrontare il tema di come si può migliorare il sapore dell’acqua del rubinetto per chi non vive in zone di montagna come me, dove l’acqua è fresca e deliziosa.

 

Intanto vi chiedo di commentare se vi va, dicendomi cosa ne pensate e se volete lasciare qualche spunto particolare ne sarò felice.

Vuoi tenerti aggiornato sulle nostre news? Iscriviti qui

Comments

comments

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: