C’E’ CHI USA IL DENTIFRICIO PER LAVARSI I DENTI…E CHI INVECE LO USA PER…

Potrà sembrare strano ma, per quanto mi riguarda, il dentifricio mi soddisfa per tutti i suoi svariati utilizzi, meno che per la pulizia dei denti !! :-/
Tant’è che sto facendo tanti piccoli esperimenti per darmi definitivamente al “dentifricio fai da te”, vi metterò la ricetta in uno dei prossimi post.

Ma nel frattempo, cosa si può fare con quei tubetti ancora pieni rimasti però inutilizzati?
Buttarli via non è certo la soluzione, allora vediamo insieme come possiamo riutilizzarli per diversi scopi sfruttando questa incredibile versatilità.

  1. ELIMINA I CATTIVI ODORI DALLE MANI
    Basta spalmare un pò di dentifricio sulle mani, lasciar agire per qualche minuto e poi risciacquare con acqua tiepida.
  2. STUCCARE PICCOLI BUCHI O IMPERFEZIONI SUL MURO
    esatto, con una piccola quantità di dentifricio bianco, potete stuccare piccoli buchi nei muri o eliminare piccole imperfezioni come graffi e striature.
    Questo trucchetto mi ha salvata dopo il buco lasciato da un chiodo messo nella posizione sbagliata 😛
  3. ELIMINA LE MACCHIE SUI MURI
    quando la mia bimba si è involontariamente sbizzarrita sul muro della cucina, ho messo un pò di dentifricio sulla parete, ho strofinato con un panno umido e le macchie sono sparite!
  4. PULIRE LE SCARPE DA GINNASTICA
    con l’utilizzo di una spazzola e dentifricio potrete far tornare le vostre scarpe da ginnastica come nuove
  5. RIMUOVE LE MACCHIE DIFFICILI DA TAPPETI E TESSUTI
    applicare direttamente il dentifricio sulla macchia da trattare (su tappeti, vestiti, tessuti del divano, tende chiare) e strofinate energicamente, quindi lavate come di consueto. Le macchie spariranno. Ma non fate come me che per errore ho usato un dentifricio sbiancante…mi ha regalato un indesiderato “effetto candeggina” 🙁
  6. ASCIUGA LE IMPURITA’ COME I FASTIDIOSI FORUNCOLI
    presente quei momenti in cui ti accorgi che è spuntato un ospite poco simpatico sul tuo bel visino? Fortunatamente c’è un piccolo trucco per farlo sparire in poco tempo. Io faccio così: la sera prima di andare a dormire, spalmo una punta di dentifricio direttamente sul fastidioso e antiestetico “checistaiaffàlì” brufolo. Il mattino seguente, lo lavo e puuuuffff, è completamente sparito. Fortuna che alla mia età me ne vengono davvero pochi !! Averlo saputo a 14 anni….
  7. UTILE CONTRO IL PRURITO DOVUTO ALLE PUNTURE D’INSETTO
    se devo scegliere tra un prodotto chimico comprato in farmacia e un pochino di dentifricio, preferisco di gran lunga quest’ultimo, soprattutto per quanto riguarda la pelle della mia bambina. In caso di puntura di zanzara o altro insetto, tendenzialmente applico un pochino di dentifricio sulla parte interessata e questo calma subito il prurito e il gonfiore.
  8. PUO’ LENIRE IL FASTIDIO DOVUTO ALLE USTIONI LIEVI
    se non è presente una ferita aperta si può trovare subito un pochino di sollievo dalle ustioni lievi spalmandoci sopra un semplice velo di dentifricio, meglio se alla menta. Dona un sollievo immediato.
  9. PER PULIRE LE UNGHIE
    per avere sempre unghie forti, lucide e soprattutto pulite basta mettere un pò di dentifricio su un vecchio spazzolino e spazzolarle per bene. In questo modo potrete eliminare anche quel colorito giallo “canarino-sporco” che si forma dopo un uso prolungato di smalti vari o per le troppe sigarette fumate (in questo caso meglio utilizzarne uno sbiancante).
  10. PER FAR BRILLARE GIOIELLI E ARGENTERIA
    usate un dentifricio senza microgranuli (o otterrete un risultato non molto simpatico!!)  ed applicatelo su argenteria e gioielli, lasciatelo agire per almeno 8 ore e poi ripulite con un panno umido. Che risultato! Provare per credere. Come nuovi. Meglio di tanti altri detergenti aggressivi e costosi.
  11. CONTRO L’APPANNAMENTO DELLE LENTI
    quando mi capita di andare in piscina o a fare snorkeling DE-TE-STO le lenti appannate della maschera da sub o degli occhialini!! Quindi applico una piccola quantità di dentifricio su di esse, strofino delicatamente e poi sciacquo il tutto. Anche in questo caso, evitare i dentifrici con granuli, rischiereste solo di graffiare le lenti.
  12. PER RIMUOVERE RESIDUI DAI BIBERON DEI BAMBINI
    in questo caso invece è consigliato un dentifricio con microgranuli. Strofinare bene l’interno del biberon con uno “spazzolino per bottiglie” (dire scovolino mi fa senso!). Risciacquate bene più volte e sarà di nuovo pronto all’uso senza fastidiosi residui e odori vari.
  13. UTILE NEI CASI DI HERPES SIMPLEX
    io non ne ho mai sofferto, ma ho sentito dire da diversi amici e anche da qualche parente, che quando gli si forma l’herpes simplex sulle labbra o ai lati della bocca, vi applicano sopra un velo di dentifricio prima di dormire e la mattina risciacquano il tutto, ripetendo l’operazione per 3 giorni. I risultati sembrerebbero ottimali.
  14. LUCIDARE LA DOCCIA O LA VASCA DA BAGNO 
    per pulire piastrelle e vetri della doccia o della vasca da bagno, applicare il dentifricio con una spugna e strofinare con movimenti circolatori. Lasciar agire il prodotto per almeno una mezzora e poi risciacquare. Rimarranno splendidi e lucenti.
  15. PICCOLI GRAFFI SULLA CARROZZERIA DELL’AUTO
    senza ricorrere ad interventi costosi, si può applicare una piccola quantità di dentifricio su di una spugna umida, strofinare in modo delicato con movimento circolare sul danno (che deve essere di lieve entità, ovvio). La situazione migliorerà notevolmente (se eviterete anche in questo caso i granuli !! ) 😛

 

Avete mai utilizzato il dentifricio per questi scopi? Ne conoscete altri?
Fatemeli sapere nei commenti. A presto 🙂

 

 

Comments

comments

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: