LE REGOLE D’ORO per Risparmiare sulla Spesa Alimentare

“Fare la spesa? E che ci vuole? Gioco da ragazzi !!”

Ehhhhh no! Sembra semplice…ma non lo è se si arriva al supermercato senza una programmazione !

Se si vuole fare una “spesa efficiente” senza buttar via cibo in eccesso e denaro, bisogna prestare molta attenzione ad alcuni particolari, evitando di cadere nell’acquisto impulsivo e frettoloso.

 

1) ORGANIZZAZIONE: FARE E “RISPETTARE” LA LISTA DELLA SPESA

Non stilare la lista della spesa, oppure farla e non seguirla alla lettera, è il primo errore che ci fa sprecare soldi al supermercato.

Senza l’organizzazione e una lista alla mano, si rischia di comprare più di quanto se ne ha effettivamente bisogno… di conseguenza, oltre ad una perdita di denaro, si finisce per buttare anche il cibo che risulterà essere in eccesso.

Una cosa utile da fare per evitare tutto ciò potrebbe essere quella di programmare in anticipo il menù settimanale, decidendo prima cosa mangiare da lì ai prossimi giorni. In questo modo risulterà più semplice regolarsi e acquistare le quantità giuste di quello che realmente ci servirà.

 

2) SE HAI FAME, NON ANDARE A FARE LA SPESA

Sicuramente si spende di più se si fa la spesa in momenti in cui si ha fame, come per esempio prima dei pasti o al termine di una giornata passata al lavoro.

Il vostro stomaco vuoto non vi aiuterà ad essere lucidi negli acquisti, ma vi farà tuffare su merendine, snack vari e cibi di qui non avete realmente bisogno.

Anche fare acquisti nel fine settimana, quando i negozi sono super affollati di gente, può portare a fare la spesa in modo errato a causa della fretta.

 

3) PORTATEVI I SACCHETTI DA CASA

Portate sempre con voi le buste di plastica / di tessuto o del materiale che volete.  Lasciatele in macchina o in borsetta, oppure attaccate alla vostra bicicletta o scooter.

Dover acquistare ogni volta le buste per la spesa, vi fa sprecare soldi in modo inutile, costringendovi poi oltrettutto ad avere la casa invasa dai sacchetti !!

Mettiamo che facciate la spesa ogni 3 giorni ( circa 10 in un mese) e compriate ogni volta una busta nuova (con un costo di circa 0,10 centesimi)

0,10 cent per 10 spese mensili : buttate 1 € al mese per acquistare borse della spesa. Ovvero 12 € in un anno…è vero, non è una gran cifra…ma per acquistare una cosa di cui non avete bisogno, è anche troppo!!

Se proprio proprio proprio non ce la fate e vi scordate la busta da qualche parte o a casa, siete al supermercato e non avete tasche abbastanza grandi per farci star tutto 😛 (scherzo ovviamente), pensate di mettere la vostra spesa in uno degli scatoloni che si trovano al negozio. Sono gratuiti, facilmente reperibili e capienti.

 

4) DARE PREFERENZA AI PRODOTTI SFUSI

Dare preferenza ai prodotti sfusi può aiutare a risparmiare notevolmente, anche il 30% o più che sarebbe destinato altrimenti alle semplici confezioni. Non poco !!

Inoltre solitamente si tratta di prodotti che oltre ad essere più economici, sono spesso più freschi ed “amici dell’ambiente”, senza confezioni da dover poi smaltire.

 

5)  AL MERCATO PER FRUTTA E VERDURA. SCEGLIETE QUELLA DI STAGIONE

Per quanto riguarda frutta e verdura, il mercato piuttosto che i piccoli coltivatori risultano essere la scelta migliore, sia in termini di convenienza che in termine di freschezza e bontà.

Inoltre sarebbe meglio dare preferenza a prodotti di stagione, i quali costano meno rispetto a quelli di serra.

 

6) EVITATE I CIBI PRONTI E PRECOTTI

I cibi pronti che si trovano normalmente in grandi quantità nei vari supermercati, sembrano economici, ma in realtà costano molto di più rispetto agli stessi preparati in casa.

Anche dal punto di vista salutare, questo tipo di prodotti contiene molti conservanti e additivi al fine di prolungare la loro data di scadenza. Cosa che alle lunghe non risulta essere sicuramente una manna per la nostra salute.

Se avete tempo, provate a fare in casa ad esempio pane, sughi, marmellate. Oltre alla soddisfazione personale, può essere anche una scusa per passare del tempo coi propri cari e fare qualcosa insieme in un’attività diversa magari dalla solita televisione o videogames.

Inoltre potrete farne delle belle quantità e congelare poi il resto, in modo da averne di pronto all’occorrenza senza dover andare ad acquistare al supermercato.

 

7) ATTENZIONE ALLE PROMOZIONI, GUARDATE IL PREZZO AL KG e UTILIZZATE I COUPON

A volte le promozioni che troviamo nei supermercati non sono altro che specchietti per le allodole. Sembra che i prezzi siano più convenienti, invece costano come al solito o addirittura con prezzo maggiorato.

Prestate poi attenzione al prezzo per kg, non al prezzo finale. A volte quest’ultimo può risultare ingannevole.

Prediligete sempre la qualità dei prodotti, ma non buttatevi per forza sulle marche più famose e conosciute.

Io ad esempio trovo più gustosi e con ingredienti più sani, prodotti di alcune sottomarche alle quali ora non so più rinunciare.

Altra novità che sta prendendo piede ultimamente, è l’utilizzo dei coupon.

Si tratta di buoni sconto che permettono di acquistare determinati prodotti con prezzi interessanti.

Se a tutto questo aggiungiamo poi la soddisfazione finale di leggere sul nostro scontrino che siamo riusciti a risparmiare diverse decine di euro. Beh, wow!! Ne vale proprio la pena prestare un pò più di attenzione.

 

8) APP PER IL RISPARMIO E CARTE VANTAGGIO

Esistono diverse applicazioni per il nostro smartphone, che ci permettono di risparmiare sulla spesa segnalandoci per esempio dove possiamo trovare i prezzi più bassi nella nostra zona, oppure raggruppando le varie promozioni dei volantini.

Si possono ricevere ulteriori sconti fino a 300 € annui nei negozi convenzionati, tramite tessere sconto o carte vantaggio, le quali vengono attivate gratuitamente con alcune offerte di fornitori di gas o energia elettrica.

 

9) ACQUISTARE TRAMITE I G.A.S.

I G.A.S. , ovvero i Gruppi di Acquisto Solidale, permettono di acquistare prodotti vari di uso comune e cibi direttamente dai produttori ad un prezzo economico e con maggiori garanzie di qualità.

Con i G.A.S. i consumatori possono comprare grandi quantità di beni con prezzi all’ingrosso e condividerli con gli altri membri della collettività in maniera solidale.

Si tratta anche di una scelta più eco-friendly, più vicina all’ambiente, in quanto si riduce l’inquinamento legato ai trasporti e si può creare un rapporto più personale, fedele e diretto con i produttori, creando una continuità.

 

10) DISPENSA ORGANIZZATA E ….NON SPRECATE

Bisogna porre attenzione anche una volta arrivati a casa, con dei piccoli accorgimenti.

Mettete a portata di mano i prodotti con scadenza ravvicinata e dietro quelli che potrete consumare più avanti. Eviterete così di sbagliarvi e di consumare qualcosa che poteva aspettare ancora un pò e di conseguenza eviterete anche di buttare le cose ormai già scadute.

Ad esempio il latte in frigorifero, è sicuramente meglio consumare prima quello che scade domani piuttosto che uno con scadenza tra 4 giorni. Risparmio assicurato anche qui, perchè dovrete fare meno volte la spesa.

Altro piccolo accorgimento: se avete cucinato più del dovuto e vi sono rimasti degli avanzi, non gettateli ! Utilizzate frigo/freezer e fantasia per donare nuova vita al cibo avanzato. Potrete in questo modo recuperare almeno un pasto in più.

 

Questo è quanto, sembra complicato ma non lo è affatto. I risultati poi si vedono col tempo…e nel portafoglio.

 

 

Se vi è piaciuto questo articolo fatemelo sapere, ci ho messo qualche giorno a scrivere questa piccola guida.. sono ben accetti consigli e critiche costruttive. Al prossimo post

 

Vuoi tenerti aggiornato sulle nostre news? Iscriviti qui

 

 

 

 

 

Comments

comments

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: