Riprendiamoci la nostra femminilità! Coppetta come dove e perché

Ohhhhhhh !!! Eccomi qui con un argomento che proprio mi riempie di orgoglio e del quale ne parlo sempre molto volentieri con tutte le amiche e povere malcapitate che mi passano sottomano. 😛

Sìììì lo so, forse sono esagerata ma davvero ogni volta che ci penso mi ripeto “magari averlo saputo prima!

Di cosa sto parlando? Della Coppetta Mestruale, ma ovvio!!!!

coppetta rosa

La tanto amata e allo stesso tempo discussa Coppetta Mestruale è nata negli anni ’30 ma per questioni di tabù sessuali e interessi economici, non ha mai ottenuto lo stesso successo dei tamponi, inventati anche loro negli stessi anni.

E’ facile capirne anche il perchè, legato soprattutto a motivi economici: se pensate che una donna è fertile per 40 anni della sua vita (su e giù) e in questo arco di tempo utilizza un numero che si aggira intorno ai 16800 assorbenti/tamponi e se calcolate che al mondo siamo circa 3,5 miliardi di donne. Ecco, risulta ovvio come mai non ci sia interesse a commercializzarla (infatti se ne acquista 1 una volta ogni 10 anni circa!), ma al suo posto si continui a far pubblicità agli scomodi ed antigienici assorbenti siano essi interni o esterni.

Io la conosco e utilizzo dall’estate del 2013 e per me è stata una vera rivoluzione!

Ora vi spiego perché:

1) SICURA E ANALLERGICA: è fatta in vari materiali, come il silicone medico e risulta essere totalmente ipoallergenica. Salute e igiene rispettate!

2) COMODA, MORBIDA E FLESSIBILE: si adatta perfettamente al corpo femminile e ha una capacità doppia, se non tripla, rispetto agli assorbenti per quanto riguarda la raccolta del flusso mestruale. Inoltre, considerando che si cambia circa 2 volte al giorno non preoccupatevi troppo di doverla svuotare mentre siete fuori casa. Potete pensarci alla mattina appena sveglie e la sera quando rientrate dal lavoro o da impegni vari. Se proprio il vostro flusso richiedesse più “cambi” allora basterà portare con sé una bottiglietta d’acqua e dopo averla svuotata, risciacquatela in un qualsiasi bagno pubblico e reinseritela.

3) AFFIDABILE, SANA E IGIENICA: non altera la mucosa vaginale, quindi non si hanno più infezioni, secchezza vaginale o rischi come il TSS (sindrome da shock tossico, specialmente legato all’utilizzo dei tamponi interni). Inoltre deve essere sterilizzata all’inizio e alla fine di ogni ciclo (io per esempio la lavo con del bicarbonato e acqua corrente, poi la faccio bollire per circa 10 minuti in acqua bollente. Ma esistono anche altri metodi e liquidi appositi).
Inoltre, la coppetta fa in modo che il sangue non rimanga a contatto con mucose e parti intime, quindi limita la proliferazione di batteri e conseguenti cattivi odori e fastidi.
Sensazione immediata quindi di freschezza, pulizia e libertà! Meraviglioso!

TAMPAX ASSORBENTE COPPETTA

4) ECONOMICA: una coppetta può durare dai 5 ai 10 anni, quindi il prezzo si ammortizza nel giro di pochissimo tempo. Con la coppetta possiamo risparmiare migliaia di euro!

5) PRATICA E FACILE DA UTILIZZARE: facile da trasportare in borsetta, ideale in ogni situazione, occupa pochissimo spazio. Adatta sia di giorno che di notte, la si svuota dalle 2 alle 4 volte al giorno (dipende dal flusso).

6) ECOLOGICA: non si ha più a che fare con inutili imballaggi di plastica, con gli assorbenti nei wc o nella spazzatura, che oltrettutto sono decisamente difficili da smaltire.

7) SEXY E SENSUALE: sì, avete capito bene!! Grazie alla coppetta rimarrete femminili e sensuali anche durante il ciclo, potendo indossare la vostra biancheria intima preferita o addirittura rimanendo nude a letto.

8) FACILE DA INDOSSARE E DA TOGLIERE: se avete timore ad usarla perchè pensiate che possa perdersi all’interno del vostro corpo, sappiate che per una questione puramente anatomica questo è totalmente impossibile che accada. Il canale vaginale è lungo circa 8 cm, quindi più in su di così non può andare.
Per inserirla e toglierla è importante essere rilassate e fare un pò di pratica con la posizione che vi risulta più comoda (sedute sul bidet o accovacciate, oppure con una gamba appoggiata al lavandino…a testa in giù..scherzo, a testa in giù no eh!! 😛 ). Inoltre va leggermente inumidita con un pochino d’acqua, giusto per darle la giusta lubrificazione e
poi va piegata a “C” come nell’immagine qui a fianco (ci sono anche altri modi di piegarla ed inserirla, può cambiare da coppetta a coppetta,
comunque poi sarete voi a scegliere il metodo che preferite). metodo a C
Inoltre per facilitare l’estrazione ogni coppetta è dotata di un piccolo gambo, basta tirare un pochino quest’ultimo e con un dito pizzicare il “culetto” della coppetta in modo da togliere l’effetto sottovuoto. In questo modo sarà facilissimo estrarla e non sentirete dolore o fastidio. E’ più semplice di quanto possa sembrare, provare per credere!

 

Qui di seguito un video molto carino e simpatico che parla proprio della coppetta e tocca vari punti in modo fresco e divertente:

Coppy – La mia esperienza, come, dove e perché con la Coppetta Mestruale

 

Insomma, in conclusione:

BASTA odori, fastidio, batteri, mariti che vanno al supermercato per comprarci gli assorbenti (e puntualmente sbagliano!!) BASTA con le mutandine sporche, BASTA con le irritazioni, BASTA con le notti passate in posizioni scomode e degne del miglior contorsionista al mondo.  BASTA mutandoni “della nonna”! Riprendiamoci la nostra libertà !!!

 Cliccando su questo link potrete visualizzare ed acquistare direttamente il prodotto

 Vuoi tenerti aggiornato sulle nostre news? Iscriviti qui

Comments

comments

4 Comments
  • Cristina
    luglio 14, 2015

    Davvero simpatico questo articolo !!! ahahah… “Basta mutandoni della nonna!” in effetti invoglia… Grazie per le informazioni, molto utili ! Mi sa proprio che mi sono decisa a comprarla! 🙂 ti farò sapere

    • Karen
      luglio 15, 2015

      Ciao Cristina, sono felice ti sia divertita nel leggere questo articolo!! Ho cercato di renderlo abbastanza leggero… 🙂
      Provala provala!!! Non ne farai più a meno!! Parola di incoppettata convinta!!! Buona giornata

  • Giulia C.
    luglio 27, 2015

    Io da quando l’ho provata sono un’altra donna!!! Splendida invenzione!

    • Karen
      luglio 28, 2015

      Ciao Giulia! UUUUUUUH come ti capiscoooooooo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: