SAI VERAMENTE DOVE VANNO A FINIRE I TUOI SOLDI OGNI MESE?

Cominciamo questo articolo con la domanda presente nel titolo: “Sai veramente dove vanno a finire i tuoi soldi ogni mese?”

Per un attimo lasciamo stare le spese fisse come mutuo, affitto, rata della macchina, rata della scuola, ecc…

Prendiamo invece in considerazione tutte le altre spese, quelle variabili.
Se ti chiedessi ad esempio: quanto spendi al mese in aperitivi? in sigarette? in caffè al bar o alle macchinette? per la benzina? per lo shopping? per lo svago? per i pasti fuori casa?

Sapresti rispondere in modo esatto e non approsimativo? E saresti certo al 100% della risposta data?

Non esiste un modo uguale per tutti di risparmiare, ognuno di noi ha spese diverse che incidono in modo differente sul proprio bilancio.
Proprio per questo motivo, per capire come risparmiare in modo efficace, è importante prima di tutto individuare in cosa spendiamo maggiormente.

Io in prima persona ero una che non faceva caso alle piccole spese, mi sembrava di non spendere nulla o comunque molto poco. Poi arrivavo puntualmente a fine mese a ritrovarmi con lo stipendio quasi prosciugato, senza riuscire a capire dove avessi speso tutti quei soldi.

Oggi termina il mio esperimento! Per 4 mesi mi sono segnata su un foglio excel tutte le mie uscite, proprio tutte! Dal caffè al bar, al sushi con le amiche, al paio di scarpe per mia figlia e così via.
Volutamente, non ho messo in atto nessuna tecnica di risparmio, proprio per vedere dove buttavo i miei soldi. Ho prestato più attenzione, era inevitabile sapendo quale sarebbe stato il mio obiettivo. Ma ho speso come sempre, a differenza che questa volta non mi è sfuggito nulla e so esattamente dove ho speso ogni minimo centesimo.

Personalmente mi trovo molto bene tenendo gli scontrini in una taschina apposita della borsetta e riportando poi le cifre spese su un foglio excel.

Capita però che non arrivi a ritirare lo scontrino o che me lo scordi, allora prontamente tiro fuori il cellulare o carta e penna e segno subito appena spendo qualcosa.

Io utilizzo un metodo molto semplice, mi segno in sostanza la DATA in cui ho fatto l’acquisto, in COSA ho speso e l’ IMPORTO.

Esempio:
29/8/2015 / benzina / 40 €
31/8/2015 / caffè bar / 1 €

Poi riporto tutti i dati sul computer, suddivisi per categorie.

Ora, queste ultime sono molto soggettive, infatti non tutti spendono per le stesse cose. Io ad esempio non fumo quindi non avrò la categoria “sigarette”, ma certamente molti altri dovranno aggiungerla e considerare anche quel costo.

Il mio foglio excel è suddiviso in queste voci:

  • AFFITTO / MUTUO
  • BOLLETTE / RICARICA CELL.
  • SPESE CONDOMINIALI
  • BENZINA
  • SPESE AUTO (assicurazione, bollo, riparazioni)
  • BAR / GELATI / APERITIVI
  • PARRUCCHIERA / ESTETISTA
  • PRANZI / CENE FUORI CASA
  • SPESA ALIMENTARE
  • SVAGO / SPORT / ATTIVITA’
  • SHOPPING / REGALI
  • FARMACIA / VISITE
  • 1 CATEGORIA TUTTA DEDICATA ALLE SPESE PER LA MIA BAMBINA

Qui sotto un estratto delle mie spese del mese di luglio 2015.

 

SPESE PERSONALI LUGLIO 2015

 

(ricordo che volontariamente non ho prestato particolare attenzione nelle spese degli ultimi 4 mesi proprio per fare un’analisi più approfondita dei vari metodi)

Essenzialmente, tornando a noi, si tratta di prestare attenzione anche ai gesti che apparentemente possono sembrare insignificanti (come comprare il giornale tutte le mattine), ma che invece possono portare ad una notevole diminuzione degli sprechi e ad un maggior risparmio.

 

Facendo un resoconto del genere (considerando che si trovano anche dei modelli già pronti o particolari applicazioni per smartphone) ed essendo il più dettagliati possibile, si può analizzare in modo corretto dove si spende di più e dove si potrebbe tagliare, acquisendo una maggiore consapevolezza sulle spese ed individuare in questo modo quali sono state essenziali e utili e quali invece si sarebbero potute evitare.

Questo è lo schemino che mi sono creata io, se volete utilizzarlo salvatevi l’immagine e stampatela. Altrimenti prendete spunto per crearne uno voi stessi:

excel spese mensili

Leggi anche : LE REGOLE D’ORO PER RISPARMIARE SULLA SPESA ALIMENTARE

Per quanto riguarda le spese che non rientrano tra quelle “strettamente necessarie” (come ad esempio potrebbero essere aperitivi, cene fuori, cinema), bisognerebbe dosarle con attenzione (senza privarsene completamente) per evitare che queste incidano troppo pesantemente sul proprio reddito mensile.

Può sembrare strano, ma se ci dedichiamo con costanza all’analisi delle nostre spese mensili, riusciremo verosimilmente a metter via ogni mese una somma più o meno elevata, che potremmo poi destinare a progetti futuri, sogni, investimenti o mettendoli semplicemente da parte su un conto risparmio.

Quindi da dove partire?

Prendete un foglio di carta / un’agenda / o un foglio excel e cominciate a segnare ogni vostra spesa. A partire dai 40 cent del caffè preso al distributore automatico, fino ai 50 € del paio di scarpe nuove.
A fine mese fate il conteggio totale per ogni voce segnata e capirete dove vanno i vostri soldi.

Non è così difficile come sembra, è un’attività che si può svolgere ovunque, anche in treno
(vedi foto scattata di nascosto a questa signora che si segnava le varie spese riportandole sul cellulare 😛 )

SEGNARSI LE SPESE SUL TRENO1

 

Se si prende come abitudine e lo si fa mano a mano, non risulterà difficile e non si rischierà a fine mese di essersi scordati qualcosa o di cercare di districarsi tra scontrini e estratti conto vari.
Come in tutte le cose, basta partire e metterci buona volontà.

Non possiamo pretendere di ottenere risultati diversi, se ci comportiamo sempre allo stesso modo.

 

Il poco è poco

ma se aggiungi il poco al poco

e lo fai di frequente

presto il poco diventerà molto

 

 

saving money

 

 

 

Comments

comments

2 Comments
  • Roberto
    settembre 1, 2015

    Ahahah l’immagine rende l’idea

    • Karen
      settembre 1, 2015

      Decisamente! 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: